NEWSLETTER

VISI-TO organizza spesso visite guidate a data fissa...Per essere informati sulle attività organizzate, compila il modulo d'iscrizione alla newsletter per singole e famiglie

VISI-TO svolge servizi di visita guidata anche per gruppi preorganizzati...Per essere informati sui nuovi itinerari proposti e sulle ultime novità a Torino, vi invitiamo a dare un'occhiata all'apposita sezione Gruppi e Agenzie o a contattarci via mail all'indirizzo info@visi-to.it

Un campo specifico della nostra attività riguarda attività e visite didattiche per bambini e ragazzi frequentati scuole di ogni ordine e grado...I docenti interessati possono visitare l'apposita sezione Scuole e  richiedere maggiori informazioni sulle proposte didattiche scrivendoci a info@visi-to.it

Per essere informati sul trattamento dei dati personali vi invitiamo a consultare la nostra Private Policy cliccando su "Leggi di più"

 

17 maggio e 7 giugno 2019, ore 15:30. Visita guidata Oltre il portone. Tesori nascosti intorno a piazza Carlina

Divenuta nel 1563 capitale del Ducato di Savoia, Torino – fino allora racchiusa all'interno dell'antico castrum romano e priva di grandi palazzi nobiliari – conobbe per due secoli un eccezionale ampliamento urbanistico sotto la regia degli architetti di corte.
Amedeo di Castellamonte, a partire dal 1673, pianificò lo sviluppo della città verso est: in questi nuovi isolati la grande nobiltà sabauda scelse di costruire i propri palazzi privati. La passeggiata parte dallo stupefacente Palazzo Carignano e continua con Palazzo Birago di Borgaro, Palazzo Coardi di Carpaneto, Palazzo D’Azeglio, Palazzo Costa Carrù della Trinità e vari altri palazzi nati con scopi privati e pubblici nella zona tra 600 e 700.

 

22 maggio e 8 giugno 2019 - visita a "Giorgio de Chirico. Ritorno al futuro"

Visita guidata alla mostra “Giorgio de Chirico. Ritorno al Futuro, Neometafisica e Arte Contemporanea”, nuova originale esposizione della Gam - Galleria d’Arte Contemporanea concepita come un dialogo tra la pittura neometafisica di Giorgio de Chirico e le generazioni di artisti che, in particolare dagli anni Sessanta, si sono ispirati alla sua opera, riconoscendolo come il maestro che ha anticipato la loro nuova visione: da Andy Wharol a Mimmo Rotella, da Salvo a Mimmo Paladino.

31 maggio 2019, ore 15:00 - visita guidata Oltre il Cortile. Gioielli nascosti tra Quadrilatero Romano e piazza San Carlo

La grande nobiltà sabauda ha costruito in città veri e propri gioielli architettonici, spesso celati da facciate austere e da portoni di legno massiccio che rendono difficile immaginare la sontuosità e la ricchezza degli interni. L'itinerario permette di "sbirciare" androni, scaloni d'onore e cortili dei palazzi del centro storico, dalla purezza rinascimentale del cortile del Palazzo Scaglia di Verrua alla sinuosità barocca dell'androne di Palazzo Barolo; dall'eleganza austero del Palazzo dei marchesi Saluzzo di Paesana, il più vasto e articolato palazzo nobiliare della città, alla commistione tra antico e contemporaneo presente in Palazzo Valperga Galliani e molti altri ancora...

 

 

9 giugno 2019 - Visita guidata alla Mostra Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro

In occasione dei 500 anni dalla morte del maestro, i Musei Reali di Torino propongono la mostra Leonardo da Vinci. Disegnare il futuro, un percorso incentrato sul nucleo di disegni autografi dell'artista conservati alla Biblioteca reale. Si potranno ammirare tredici preziosi disegni acquistati dal re Carlo Alberto nel 1840, e il celebre "Codice sul volo degli uccelli” donato nel 1893 da Teodoro Sabachnikoff al re Umberto I. Questo straordinario corpus di opere, databili all’incirca tra il 1480 e il 1515, diverse per soggetto e per ispirazione, documentano l’attività di Leonardo dalla giovinezza alla piena maturità.

Museo Egizio - Archeologia Invisibile

“Archeologia invisibile” è il titolo della nuova mostra temporanea visitabile dal 13 marzo fino al 6 gennaio 2020.  Lo scopo dell’allestimento è illustrare principi, strumenti, esempi e risultati della meticolosa opera di ricomposizione di informazioni, dati e nozioni resa oggi possibile dall’applicazione delle scienze alla propria disciplina e, in particolare, allo studio dei reperti. Cos’è in grado di raccontare un oggetto di sé? I nostri sensi ce ne restituiscono informazioni base come l’aspetto, la dimensione, la forma, il colore, finanche le tracce che l’uomo, la natura o il tempo vi hanno impresso. Eppure, tutto ciò non è evidentemente sufficiente a disvelare l’intera storia e il ciclo di vita.